FOTOGRAFIA D’INTERNI

Qualità

La fotografia d’interni richiede una particolare attenzione. Oggi con le nuove tecnologie digitali e di internet ogni tipo di attività richiede la necessità di avere delle immagini accattivanti che la rappresentano al meglio

La fotografia d’interni è un genere fotografico in cui si deve rappresentare al meglio lo spazio e l’illuminazione cercando sempre di fare attenzione ad oggetti inutili e alle famose “linee cadenti” che poi vedremo

Cosa abbiamo bisogno per realizzare una fotografia d’interni?

Treppiede e scatto remoto

Un treppiede è sicuramente la prima cosa importante che ti serve quando fai fotografia d’interni per due ragioni, la prima e che ti fa essere preciso nella gestione dell’inquadratura e puoi regolare di fino le linee cadenti; la seconda ragione e che puoi gestire al meglio lo scatto che consiglio sempre da utilizzare in remoto per ridurre al minimo il micro mosso e inoltre puoi permetterti di scattare in HDR ovvero usando 3 esposizioni, 1 sottoesposta 2 media 3 sovraesposta vedremo prossimanente a cosa servono e come usare uno scatto in HDR.

Luce naturale si, anche se a volte non basta

Per ottenere una buona illuminazione nella fotografia d’interni si preferisce sempre l’uso della luce naturale per fare apparire la stanza più luminosa possibile. Consiglio sempre di organizzare lo shooting con orari dalle 10 alle 15 per ottenere un bilanciamento ottimale. Come metodo di scatto tendo a privilegiare lo scatto in HDR in modo tale da bilanciare tramite post produzione le zone di ombra con quelle più luminose.

Luce artificiale

L’uso di queste luci nella fotografia d’interni può risultare al quanto complesso in quanto dovremmo andare a settare un bilanciamento del bianco perfetto. Per farlo dovremmo usare un cartoncino di colore grigio neutro per settare il punto di bianco, in alternativa al cartoncino in commercio ci sono dei filtri appositi per il bilanciamento del bianco.

Ricorda di impostare se possibile di scattare in RAW in modo tale da porterti poi tutelare in post produzione

Cura la scena

Quando fai fotografia d’interni è fondamentale fare molta attenzione a tutto ciò che verrà incluso all’interno della foto. Presta molta attenzione che l’ambiente sia pulito e ordinato, non mettere troppi oggetti che possono distrarre e far confusione. Un’altra componente che può dare quel tocco in più è il colore.

Linee cadenti e distorsioni che incubo

Nella fotografia d’interni uno dei più grossi ostacoli con cui dovrai combattere sono le linee cadenti. I problemi iniziano quando cominci a inclinare la fotocamera verso l’alto o verso il basso provocando quel famoso difetto che fa convergere le linee verticali, problema che aumenta anche con l’obiettivo grandangolare. Per ridurre al minimo questi difetti puoi utilizzare una bolla ed usare la post produzione oppure usare obiettivi per la fotografia d’interni che presentano la selezione tilt-shift. Il consiglio che posso darti e quello di posizionarti con la camera ad un’altezza di circa 1,50 metri e cercare di mantenere la fotocamera il piú possibile allineata alle pareti.

Foto nitide con orientamento orizzontale

È molto importante avere tutto a fuoco in questo genere di foto. In questo ti viene in soccorso il treppiede che come dicevo all’inizio è un ottimo alleato. Utilizza dei diaframmi chiusi un f/11 va già bene puoi scendere ad un f/5,6 per esempio se sono presenti delle imperfezioni strutturali così da garantire una buona profondità di campo. Tieni sempre presente che l’orientamento con cui farai le tue foto dovrà essere il più possibile orzzitondale, in casi di stanze piccole posso consigliarti l’orientamento verticale.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.