Seleziona una pagina
effetto panning

Effetto Panning

Eccoci qui oggi a scoprire un’altra tecnica.

Nei precedenti articoli abbiamo visto come congelare un movimento e l‘effetto movimento, ora invece parliamo dell’effetto panning.

Il panning e’ una tecnica che serve per inserire nella nostra foto un movimento “ seguito “. Tale tecnica viene utilizzata per sfuocare gli elementi di uno sfondo (altrimenti immobili) su cui invece agisce il soggetto in movimento, oggetto principale della nostra foto.

Per ottenere e gestire correttamente questo effetto e’ utile seguire questi semplici accorgimenti:

• valutare il movimento del soggetto principale della foto e anticiparlo

• mettere a fuoco anticipatamente la scena, focalizzandosi sul punto in cui il soggetto dovra’ comparire

• quando il soggetto entrera’ nel punto di focalizzazione stabilito, possiamo effettuare lo scatto utilizzando la modalita’ scatto continuo.

Scendiamo alla pratica vera e propria e lasciamo da parte la teoria.

1) Impostiamo la fotocamera con un tempo che oscilla da 1/6 – 1/20 ( piu’ il soggetto e lento e di conseguenza anche il tempo dovra’ essere tale)

2) Apertura diaframma almeno ƒ. 5,6

3) Individuare il soggetto e mettere a fuoco la scena

4) Scattare (se vorrete in modalita’ continua) inseguendo il soggetto con la fotocamera con movimento orrizzontale (poi potete provare benissimo anche quello verticale)

5) Riprovare.

Per l’effetto panning va benissimo qualsiasi tipo di lente, o meglio tutto dipende dal tipo di soggetto e di foto che avete in mente di realizzare.

Tuttavia io consiglio per esperienza personale in quanto mi sono trovato molto bene (anche se alla lunga stanca) il mio teleobiettivo 70-200 che permette di essere indiscreti ed entrare nella scena.

Qui sotto vi riporto due esempi creati uno con un grandangolo e uno invece sono entrato un po piu’ nella scena.