Seleziona una pagina
congelare il movimento,

Congelare il movimento

Eccoci qui, oggi vi voglio parlare di: come congelare il movimento.

Molto spesso quando ci ritroviamo a fotografare può essere utile sfruttare alcune tecniche e accorgimenti per ottenere dei risultati particolari, sopratutto quando ci troviamo in viaggio e dobbiamo cogliere una scena complessa e difficile da catturare e’ essenziale sapere come muoversi.

Iniziamo con l’analizzare quegli accorgimenti che ci permettono di catturare in maniera adeguata una scena con dei soggetti in movimento, infatti se il soggetto principale e’ immobile e tutto attorno i soggetti sono in movimento ci potremmo ritrovare con uno scatto rovinato.

Questa tecnica, chiamata anche freezing motion (congelare il movimento) ci permette appunto di catturare con precisione i soggetti in movimento, evitando l’effetto mosso – sfuocato.

Capiamo meglio come funziona.

Per prima cosa analizziamo la scena e quello che ci circonda cerchiamo di capire quello che vogliamo congelare se per esempio:

– un battito di mani

– il salto di una persona

– il movimento delle ali di un uccello in volo e cosi’ via

Dopodiche’ a seconda del tipo di movimento che abbiamo analizzato possiamo seguire degli accorgimenti diversi:

• quando siamo in presenza di un movimento costante e ricorrente tipo il movimento delle ali di un uccello in volo oppure la corsa in una persona o tanti altri, siamo in grado di anticiparlo        scattando un attimo prima dell’istante desiderato.

Andremo quindi a congelare il movimento compensando l’otturatore con una rapida velocita’ di chiusura di solito superiore ai 1/125, 1/250, 1/500 oppure oltre quindi non facciamo che diminuire il tempo di esposizione della foto. Attenzione pero’ come sappiamo che se andiamo a diminuire il tempo di esposizione della nostra foto ci potremmo trovare uno scatto buio, quindi un utile accorgimento e’ quello di aprire il diaframma quanto piu’ possibile e se ci troviamo in condizioni di scarsa lumonisita’ oppure il nostro obiettivo non e’ in grado di sopportare una velocita’ cosi alta dobbiamo aumentare gli Iso della nostra fotocamera, ponendo sempre attenzione a non superare la soglia massima di Iso che oltrepassata puo’ produrci un evidente rumore digitale.

 • quando invece il movimento non e’ ricorrente come ad esempio immortalare l’azione di una partita, oppure il lancio di un oggetto, il salto di una persona e altri esempi vi consiglio di utilizzare la funzione scatto multiplo che consiste nel creare una serie di scatti, questa tecnica vi consente di riprendere tutta l’azione.

 Qui alcuni esempi: